Il contributo indaga la pubblicazione di Bartolomeo Cavaceppi "Raccolta di antiche statue" considerandone gli aspetti materiali, l'impaginazione, gli apparati decorativi (capilettera e finalini), la qualità delle incisioni, lo stampatore, per connetterli all'editoria d'arte della seconda metà del Settecento, evidenziando le peculiarità del volume di Cavaceppi e la sua capacità di produrre un oggetto perfettamente adatto al mercato d'arte dell'epoca.

La Raccolta come oggetto. Cavaceppi e l'editoria romana del Settecento / Piva, C.. - (2011), pp. 11-25.

La Raccolta come oggetto. Cavaceppi e l'editoria romana del Settecento

C. Piva
2011

Abstract

Il contributo indaga la pubblicazione di Bartolomeo Cavaceppi "Raccolta di antiche statue" considerandone gli aspetti materiali, l'impaginazione, gli apparati decorativi (capilettera e finalini), la qualità delle incisioni, lo stampatore, per connetterli all'editoria d'arte della seconda metà del Settecento, evidenziando le peculiarità del volume di Cavaceppi e la sua capacità di produrre un oggetto perfettamente adatto al mercato d'arte dell'epoca.
9788840441962
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1597521
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact