Il testo prende spunto dalle esperienze di navigazione nel Canale di Sicilia durante il 2019 con il progetto dall'Università La Sapienza "Ermenautica. Saperi in Rotta". La restituzione in chiave auto-etnografica di alcuni momenti condivisi a bordo e a terra con i vari equipaggi partecipanti al laboratorio diviene qui un'occasione per sviluppare riflessioni circa l'apparente dicotomia tra spazi marini e spazi terrestri in chiave culturale, politica ed economica. La metafora della pirateria, nella sua accezione sviluppata all'interno della storia sociale e dell'antropologia culturale, viene adottata per avanzare ipotesi di riflessione sul carattere radicale di alcune delle comunità affacciate sulle sponde del Mar Mediterraneo incontrate durante le varie rotte di Ermenautica. Allo stesso modo, sempre il ricorso a tale metafora e al concetto di "radicalismo marittimo" vengono scelti per far emergere lo spessore culturale di micro-pratiche conviviali che vivono e attraversano il mare elaborandovi rappresentazioni, politiche, aspettative e universi di senso alternativi ai modelli egemonici di regolamentazione e narrazione di tale spazio (il mare come ambito delle merci, della logistica capitalista e delle necro-politiche migratorie).

Veniamo dal mare / Buchetti, Andrea. - (2021), pp. 207-216.

Veniamo dal mare

Andrea Buchetti
2021

Abstract

Il testo prende spunto dalle esperienze di navigazione nel Canale di Sicilia durante il 2019 con il progetto dall'Università La Sapienza "Ermenautica. Saperi in Rotta". La restituzione in chiave auto-etnografica di alcuni momenti condivisi a bordo e a terra con i vari equipaggi partecipanti al laboratorio diviene qui un'occasione per sviluppare riflessioni circa l'apparente dicotomia tra spazi marini e spazi terrestri in chiave culturale, politica ed economica. La metafora della pirateria, nella sua accezione sviluppata all'interno della storia sociale e dell'antropologia culturale, viene adottata per avanzare ipotesi di riflessione sul carattere radicale di alcune delle comunità affacciate sulle sponde del Mar Mediterraneo incontrate durante le varie rotte di Ermenautica. Allo stesso modo, sempre il ricorso a tale metafora e al concetto di "radicalismo marittimo" vengono scelti per far emergere lo spessore culturale di micro-pratiche conviviali che vivono e attraversano il mare elaborandovi rappresentazioni, politiche, aspettative e universi di senso alternativi ai modelli egemonici di regolamentazione e narrazione di tale spazio (il mare come ambito delle merci, della logistica capitalista e delle necro-politiche migratorie).
978-88-31304-47-4
883130447X
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Veniamo dal Mare.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Documento in Post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 130.33 kB
Formato Adobe PDF
130.33 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Ermenautica. Dai mari condivisi i segreti della convivenza (2021).pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.9 MB
Formato Adobe PDF
1.9 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1596698
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact