Roma ha una imponente superficie di aree verdi a disposizione, spazi che hanno un ruolo cruciale nel rendere le metropoli più sane, sicure, inclusive, sostenibile e resilienti, tutti obiettivi saliti ai più alti indici di interesse dei cittadini (anche italiani) dopo la pandemia, preziosa risorsa per il futuro della città. Si tratta di un futuro che in realtà appartiene alla sua tradizione come città dei vuoti, mirabilmente descritta dalla pianta del Nolli. Una città per la quale Piacentini propose già nel 1916 un anello dei parchi che oggi, 104 anni dopo, ancora non abbiamo veramente realizzato. La città ha un insieme di aree verdi che ad anello la circoscrivono. Il primo sistema è quello più esterno comprendente i parchi e le riserve naturali tutelate attorno al GRA. Un secondo arco di cerchio è rappresentato da quel mosaico di spazi verdi abbandonati, di terrains vagues e aree archeologiche, di estremo interesse, che sono il lascito dello SDO mai concretizzatosi. Un terzo anello è lo spazio che costeggia le mura cittadine. Questi tre ambiti concentrici, vere e proprie corone verdi, sono quindi un sicuro giacimento per il futuro della città.

Le corone dei parchi vs il coronavirus. Natura, spazi e progetti per Roma / Capuano, Alessandra. - (2021), pp. 149-152.

Le corone dei parchi vs il coronavirus. Natura, spazi e progetti per Roma

Alessandra Capuano
2021

Abstract

Roma ha una imponente superficie di aree verdi a disposizione, spazi che hanno un ruolo cruciale nel rendere le metropoli più sane, sicure, inclusive, sostenibile e resilienti, tutti obiettivi saliti ai più alti indici di interesse dei cittadini (anche italiani) dopo la pandemia, preziosa risorsa per il futuro della città. Si tratta di un futuro che in realtà appartiene alla sua tradizione come città dei vuoti, mirabilmente descritta dalla pianta del Nolli. Una città per la quale Piacentini propose già nel 1916 un anello dei parchi che oggi, 104 anni dopo, ancora non abbiamo veramente realizzato. La città ha un insieme di aree verdi che ad anello la circoscrivono. Il primo sistema è quello più esterno comprendente i parchi e le riserve naturali tutelate attorno al GRA. Un secondo arco di cerchio è rappresentato da quel mosaico di spazi verdi abbandonati, di terrains vagues e aree archeologiche, di estremo interesse, che sono il lascito dello SDO mai concretizzatosi. Un terzo anello è lo spazio che costeggia le mura cittadine. Questi tre ambiti concentrici, vere e proprie corone verdi, sono quindi un sicuro giacimento per il futuro della città.
978-88-229-0712-7
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Capuano_Corone-parchi-coronavirus_2021.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 192.83 kB
Formato Adobe PDF
192.83 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1580332
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact