The first comprehensive inventory of the flora of the Presidential Estate of Castelporziano dates to the second half of the ‘80s [1] and reports 945 taxa, which rose over 1000 in later investigations. After about thirty years – a period of significant urbanisation in the adjacent areas - we started a new survey aimed at identifying changes in floristic composition within the Estate. Field surveys took place mostly in the period 2013-2016 (a few in 2018). We overall counted 883 taxa. 67 of these were not previously present in the study area and include plant species of conservation interest and very rare in Lazio, such as Coronilla repanda and Polypogon subspathaceus, as well as 17 allochthonous species, including Soliva sessilis and Lemna minuta. On the other hand, 137 taxa that were recorded in previous investigations are missing. This is the case of Utricularia australis, Carex elata and Frangula alnus, which are characteristic of wet habitats. Allochthonous species represent 7% of the total flora and include 25 naturalised and 29 invasive, such as Ailanthus altissima (alien species of Union concern), Datura stramonium, and Carpobrotus spp. The new inventory of the flora of the Castelporziano Estate confirms the great richness in plant species, the conservation value of the flora and the uniqueness of this area, which hosts a remarkable plant diversity just outside the city of Rome. At the same time, the results highlight the threats posed by the increasing occurrence of invasive plant species and by change processes that are threatening wet habitats and causing the disappearance of some of their characteristic taxa.

Il primo studio organico sulla Flora della Tenuta Presidenziale di Castelporziano è stato condotto nella seconda metà degli anni ’80 da [1]. A circa 30 anni di distanza è stata avviata una nuova indagine floristica con lo scopo di verificare come i cambiamenti occorsi in questo periodo, soprattutto legati alla crescente urbanizzazione delle aree confinanti con la Tenuta, possano averne modificato la composizione floristica. La Flora di ANZALONE et al. (l.c.) annovera 945 specie e sottospecie, e indagini successive segnalano altre entità portando ad oltre 1000 i taxa presenti. Nel corso delle campagne di raccolta realizzate tra il 2013 e il 2016 (con alcuni sopralluoghi aggiuntivi nel 2018) sono stati censiti 883 taxa. I nuovi ritrovamenti sono 67 e comprendono taxa di valore conservazionistico e/o molto rari nel Lazio, come Coronilla repanda e Polypogon subspathaceus, e 17 specie alloctone, tra le quali Soliva sessilis e Lemna minuta. Il gruppo delle alloctone rappresenta il 7% della flora censita e include 25 naturalizzate e 29 invasive, fra cui Ailanthus altissima (specie di rilevanza unionale), Datura stramonium e Carpobrotus spp. Altro importante dato emerso da questa indagine è il mancato ritrovamento di 137 taxa, alcuni dei quali legati agli ambienti umidi, come Utricularia australis, Carex elata e Frangula alnus. Lo studio conferma la grande ricchezza di specie, il valore conservazionistico della flora della Tenuta e l’unicità del suo territorio, che ospita un patrimonio botanico straordinario proprio alle porte della città. Al tempo stesso, i risultati evidenziano anche l’esistenza di importanti fattori di minaccia quali la crescente presenza di specie alloctone invasive e i cambiamenti nelle condizioni ambientali testimoniati soprattutto dalla scomparsa di specie tipiche di ambienti umidi.

La flora della Tenuta Presidenziale di Castelporziano. Censimento, pressioni e presenza di specie alloctone / Lattanzi, Edda; Tilia, Agnese; Bonacquisti, Sandro; Capotorti, Giulia; Del Vico, Eva; Facioni, Laura; Frondoni, Raffaella; Napoleone, Francesca; Blasi, Carlo. - (2021), pp. 437-469.

La flora della Tenuta Presidenziale di Castelporziano. Censimento, pressioni e presenza di specie alloctone

EDDA LATTANZI;AGNESE TILIA
;
SANDRO BONACQUISTI;GIULIA CAPOTORTI;EVA DEL VICO;LAURA FACIONI;RAFFAELLA FRONDONI;FRANCESCA NAPOLEONE;CARLO BLASI
2021

Abstract

Il primo studio organico sulla Flora della Tenuta Presidenziale di Castelporziano è stato condotto nella seconda metà degli anni ’80 da [1]. A circa 30 anni di distanza è stata avviata una nuova indagine floristica con lo scopo di verificare come i cambiamenti occorsi in questo periodo, soprattutto legati alla crescente urbanizzazione delle aree confinanti con la Tenuta, possano averne modificato la composizione floristica. La Flora di ANZALONE et al. (l.c.) annovera 945 specie e sottospecie, e indagini successive segnalano altre entità portando ad oltre 1000 i taxa presenti. Nel corso delle campagne di raccolta realizzate tra il 2013 e il 2016 (con alcuni sopralluoghi aggiuntivi nel 2018) sono stati censiti 883 taxa. I nuovi ritrovamenti sono 67 e comprendono taxa di valore conservazionistico e/o molto rari nel Lazio, come Coronilla repanda e Polypogon subspathaceus, e 17 specie alloctone, tra le quali Soliva sessilis e Lemna minuta. Il gruppo delle alloctone rappresenta il 7% della flora censita e include 25 naturalizzate e 29 invasive, fra cui Ailanthus altissima (specie di rilevanza unionale), Datura stramonium e Carpobrotus spp. Altro importante dato emerso da questa indagine è il mancato ritrovamento di 137 taxa, alcuni dei quali legati agli ambienti umidi, come Utricularia australis, Carex elata e Frangula alnus. Lo studio conferma la grande ricchezza di specie, il valore conservazionistico della flora della Tenuta e l’unicità del suo territorio, che ospita un patrimonio botanico straordinario proprio alle porte della città. Al tempo stesso, i risultati evidenziano anche l’esistenza di importanti fattori di minaccia quali la crescente presenza di specie alloctone invasive e i cambiamenti nelle condizioni ambientali testimoniati soprattutto dalla scomparsa di specie tipiche di ambienti umidi.
9788898075423
The first comprehensive inventory of the flora of the Presidential Estate of Castelporziano dates to the second half of the ‘80s [1] and reports 945 taxa, which rose over 1000 in later investigations. After about thirty years – a period of significant urbanisation in the adjacent areas - we started a new survey aimed at identifying changes in floristic composition within the Estate. Field surveys took place mostly in the period 2013-2016 (a few in 2018). We overall counted 883 taxa. 67 of these were not previously present in the study area and include plant species of conservation interest and very rare in Lazio, such as Coronilla repanda and Polypogon subspathaceus, as well as 17 allochthonous species, including Soliva sessilis and Lemna minuta. On the other hand, 137 taxa that were recorded in previous investigations are missing. This is the case of Utricularia australis, Carex elata and Frangula alnus, which are characteristic of wet habitats. Allochthonous species represent 7% of the total flora and include 25 naturalised and 29 invasive, such as Ailanthus altissima (alien species of Union concern), Datura stramonium, and Carpobrotus spp. The new inventory of the flora of the Castelporziano Estate confirms the great richness in plant species, the conservation value of the flora and the uniqueness of this area, which hosts a remarkable plant diversity just outside the city of Rome. At the same time, the results highlight the threats posed by the increasing occurrence of invasive plant species and by change processes that are threatening wet habitats and causing the disappearance of some of their characteristic taxa.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Lattanzi_La-flora _2021.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 172.53 kB
Formato Adobe PDF
172.53 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1579671
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact