La diretta relazione tra competizione e complessità d’azione nell’ambito delle organizzazioni imprenditoriali è ormai assiomatica. In questo scenario, il contributo pone particolare attenzione al valore degli intangible assets, analizzando in dettaglio le determinanti dei percorsi di ricerca e sviluppo all'interno delle organizzazioni imprenditoriali. Il capitolo pone evidenza, inoltre, al ruolo del Knowledge management, il quale, seppur presente nelle più diverse forme anche in passato, avveniva in modo inconsapevole e sottovalutando l’impatto che la stessa aveva nel processo di creazione del valore. Simile evoluzione è da rintracciarsi in un dinamismo contestuale che limita sempre più il normale sfruttamento dei fattori di produzione tradizionali, concedendo viepiù importanza alla sistematizzazione e gestione delle conoscenze. Coerentemente a questo approccio, produrre conoscenze diviene quindi fattore strategico nell’ambito della gestione d’impresa e foriero di una più efficace interazione con il mercato di riferimento. Tale sviluppo prevede in concreto la realizzazione di due fasi, ovvero la ricerca e la corretta interpretazione delle aspettative di mercato, nel mezzo delle quali si inserisce la tecnologia, o meglio la capacità di innovarsi tecnologicamente. Coerentemente, lo studio intende indagare circa le motivazioni che inducono le imprese a “ricercare” competenze distintive nell'attuale scenario competitivo

LE DETERMINANTI DELLA R&S NEI PROCESSI DI INDUSTRIA 4.0 / Mercuri, Francesco. - (2020), pp. 249-269. - PUBBLICAZIONI DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA.

LE DETERMINANTI DELLA R&S NEI PROCESSI DI INDUSTRIA 4.0

MERCURI FRANCESCO
Primo
2020

Abstract

La diretta relazione tra competizione e complessità d’azione nell’ambito delle organizzazioni imprenditoriali è ormai assiomatica. In questo scenario, il contributo pone particolare attenzione al valore degli intangible assets, analizzando in dettaglio le determinanti dei percorsi di ricerca e sviluppo all'interno delle organizzazioni imprenditoriali. Il capitolo pone evidenza, inoltre, al ruolo del Knowledge management, il quale, seppur presente nelle più diverse forme anche in passato, avveniva in modo inconsapevole e sottovalutando l’impatto che la stessa aveva nel processo di creazione del valore. Simile evoluzione è da rintracciarsi in un dinamismo contestuale che limita sempre più il normale sfruttamento dei fattori di produzione tradizionali, concedendo viepiù importanza alla sistematizzazione e gestione delle conoscenze. Coerentemente a questo approccio, produrre conoscenze diviene quindi fattore strategico nell’ambito della gestione d’impresa e foriero di una più efficace interazione con il mercato di riferimento. Tale sviluppo prevede in concreto la realizzazione di due fasi, ovvero la ricerca e la corretta interpretazione delle aspettative di mercato, nel mezzo delle quali si inserisce la tecnologia, o meglio la capacità di innovarsi tecnologicamente. Coerentemente, lo studio intende indagare circa le motivazioni che inducono le imprese a “ricercare” competenze distintive nell'attuale scenario competitivo
9788824326681
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1579397
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact