The book, Orson Welles and the Theatre, Shakespeare and Beyond, focuses on the theatrical career of Orson Welles (1915-1985) after the period of his glorious Mercury Theatre (1937-1941) and his most famous film, Citizen Kane, (1941). Although numerous books have been written on Orson Welles, his theatrical career after 1946 remains completely neglected and little investigated, even though Welles has left a notable trace in the contemporary theatre. Therefore, before defining Orson Welles as one of the important artists in theatre history, it is also necessary to reconstruct his entire theatrical career. Orson Welles is probably considered one of the greatest film directors in the history and, at the same time, one of the most misunderstood theatre directors. It is difficult to find an explanation that justifies such an incongruous reputation. Perhaps, the result of many gaps that affect the knowledge of his theatrical career is due to the fact that his work for the stage, like the work of all the great personalities of the theatre, has entered directly into the legend, and consequently has certainly not favored the flowering of serious academic studies. Welles was not only a film and theatre director, but also a producer, screenwriter and actor in both theatre and cinema, as well as the author of several essays, stories and dramatic texts, a painter and a designer of children's books, and often devoted himself to various projects at the same time. In fact, every attempt by scholars to reconstruct Welles's work in its entirety leaves us helpless in the face of a colossal inventory, and with the feeling that a missing piece could complete a puzzle whose meaning for now eludes us.

il libro, "Orson Welles e il teatro, Shakespeare e oltre", è incentrata sulla carriera teatrale di Orson Welles, dopo il periodo del suo glorioso Mercury Theatre (1937-1941) e del famoso film "Quarto potere" (Citizen Kane, 1941). Nonostante siano stati scritti numerosi libri su Orson Welles (1915-1985), la sua carriera teatrale dopo il 1946 rimane completamente trascurata e poco indagata anche se Welles ha lasciato una notevole traccia nel teatro contemporaneo. Quindi, prima che si possa definire Orson Welles come uno dei più grandi registi di cinema, è necessario ricostruire la sua intera carriera teatrale. Dal materiale raccolto in vari archivi e biblioteche uscirà un libro sulla poetica teatrale di Welles che dovrebbe riempire questa lacuna nella sua poliedrica carriera. Il teatro di Welles potrebbe essere definito come una combinazione eterogenea di vari linguaggi e stili di teatro; nondimeno vi si possono riconoscere certi elementi peculiari della sua poetica. Se si tiene in mente quanto sia stata importante l'influenza sul suo lavoro del teatro elisabettiano, del teatro dell'espressionismo tedesco, della cultura popolare americana e delle opere liriche italiane, il quadro che allora emerge supporta una visione speciale del teatro wellesiano. Inoltre, Welles, in continuazione, adattava, cambiava, mescolava e metteva in scena testi di Shakespeare. Welles aveva individuato una specie di montaggio cinematografico nelle giustapposizioni che Shakespeare faceva dei suoi personaggi e dei loro mondi, che poi traduceva nel proprio linguaggio teatrale e cinematografico. La simbiosi tra testi shakespeariani e l'interpretazione wellesiana portò alla nascita di una nuova specie di testo della performance wellesiana, totalmente originale.

Orson Welles e il teatro, Shakespeare e oltre / Jovicevic, Aleksandra. - (2021), pp. 1-328.

Orson Welles e il teatro, Shakespeare e oltre

Jovicevic Aleksandra
2021

Abstract

il libro, "Orson Welles e il teatro, Shakespeare e oltre", è incentrata sulla carriera teatrale di Orson Welles, dopo il periodo del suo glorioso Mercury Theatre (1937-1941) e del famoso film "Quarto potere" (Citizen Kane, 1941). Nonostante siano stati scritti numerosi libri su Orson Welles (1915-1985), la sua carriera teatrale dopo il 1946 rimane completamente trascurata e poco indagata anche se Welles ha lasciato una notevole traccia nel teatro contemporaneo. Quindi, prima che si possa definire Orson Welles come uno dei più grandi registi di cinema, è necessario ricostruire la sua intera carriera teatrale. Dal materiale raccolto in vari archivi e biblioteche uscirà un libro sulla poetica teatrale di Welles che dovrebbe riempire questa lacuna nella sua poliedrica carriera. Il teatro di Welles potrebbe essere definito come una combinazione eterogenea di vari linguaggi e stili di teatro; nondimeno vi si possono riconoscere certi elementi peculiari della sua poetica. Se si tiene in mente quanto sia stata importante l'influenza sul suo lavoro del teatro elisabettiano, del teatro dell'espressionismo tedesco, della cultura popolare americana e delle opere liriche italiane, il quadro che allora emerge supporta una visione speciale del teatro wellesiano. Inoltre, Welles, in continuazione, adattava, cambiava, mescolava e metteva in scena testi di Shakespeare. Welles aveva individuato una specie di montaggio cinematografico nelle giustapposizioni che Shakespeare faceva dei suoi personaggi e dei loro mondi, che poi traduceva nel proprio linguaggio teatrale e cinematografico. La simbiosi tra testi shakespeariani e l'interpretazione wellesiana portò alla nascita di una nuova specie di testo della performance wellesiana, totalmente originale.
9788868972486
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Jovicevic_Orson Welles_2022.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 3.39 MB
Formato Adobe PDF
3.39 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1578158
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact