L’opera d’arte nell’opera d’arte - La mostra si propone di dare vita nel Palazzo Lucarini Contemporary a un confronto tra le arti figurative e l’arte del costruire. L’intenzione dell’iniziativa è quindi quella di riaffermare l’ “aequa potestas” teorizzata da Giorgio Vasari e ripresa da Federico Zuccari, il fondatore nel 1593 dell’Accademia di San Luca a Roma. Due parole che sostenevano il pari valore della pittura, della scultura e dell’architettura. Una concezione oggi non più condivisa da tempo o fraintesa, da confermare ma anche da rinnovare nei suoi termini concettuali e operativi dato il contesto oggi profondamente diverso da quello in cui questa idea venne formulata. La relazione tra arte visiva e arte architettonica dovrebbe ricostruire un’unità superiore dei linguaggi secondo l’idea che è la forma l’entità quasi impossibile da definire ma fortemente presente nell’immaginario, un’entità che conferisce all’esistenza il suo senso più profondo e le finalità primarie che la ispirano. (Dall'introduzione alla mostra).

Il teatrino degli sguardi incrociati. I sette Savi di Fausto Melotti(2021).

Il teatrino degli sguardi incrociati. I sette Savi di Fausto Melotti

Renato Partenope
2021

Abstract

L’opera d’arte nell’opera d’arte - La mostra si propone di dare vita nel Palazzo Lucarini Contemporary a un confronto tra le arti figurative e l’arte del costruire. L’intenzione dell’iniziativa è quindi quella di riaffermare l’ “aequa potestas” teorizzata da Giorgio Vasari e ripresa da Federico Zuccari, il fondatore nel 1593 dell’Accademia di San Luca a Roma. Due parole che sostenevano il pari valore della pittura, della scultura e dell’architettura. Una concezione oggi non più condivisa da tempo o fraintesa, da confermare ma anche da rinnovare nei suoi termini concettuali e operativi dato il contesto oggi profondamente diverso da quello in cui questa idea venne formulata. La relazione tra arte visiva e arte architettonica dovrebbe ricostruire un’unità superiore dei linguaggi secondo l’idea che è la forma l’entità quasi impossibile da definire ma fortemente presente nell’immaginario, un’entità che conferisce all’esistenza il suo senso più profondo e le finalità primarie che la ispirano. (Dall'introduzione alla mostra).
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Partenope_Sguardi-incrociati_2021.pdf

solo gestori archivio

Note: Casa Editrice Libria, Melfi (Italia) - www.librianet.it
Tipologia: Documento in Post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.07 MB
Formato Adobe PDF
1.07 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1575727
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact