CONFINI E INDETERMINATEZZA DEL SENSO: SPAZIO SEMANTICO E FACOLTÀ IMMAGINATIVA NELLE CONCEZIONI LINGUISTICHE DI LEOPARDI