Il paradosso del "Mosè egizio" di Freud