Della Volpe, Colletti e il senso della storia