The reflection on the territory and its government has so far been treated with a predominant focus on technical, formal rules and procedures , neglecting some issues that are constitutive related to the evolution of globalization and the crisis of modernity : development models , processes government , social and cultural changes , loss of meaning and the need for revision of certain interpretive categories traditionally used, disconnect between the government of the territory and all the content social, political and cultural . Issues that also have profound implications in the field of operating , but with respect to which the debate seems to suffer from a lack of criticality. The subject territory is here addressed as a matter of development and as a matter of cultural and institutional reflection. The focus is on the relationship between " becoming society " and "instituted society" mediated by the territory, the relationship between imaginary and social institutions, cultural interpretations of the territory and development, to the ways of the project and the processes of planning, cultural re-appropriation and political constitution of the territory intended as a constructive design of a projectual, empathetic , responsible relationship with the environment in which we live. The many experiences taken into account - fifty , developed in Italy in the last decade , with particular reference to those provincial - are a fundamental reference for the work in an inseparable relationship between theory and practice . The experiences allow you to substantiate and verify the contents of cultural reflection; constitute, moreover, that content is both the foundation and the outcome of critical reading .

La riflessione sul territorio ed il suo governo è stata sinora trattata con una prevalente attenzione agli aspetti tecnico-formali, normativi e procedurali, trascurando alcune tematiche costitutive che sono connesse all'evolversi della globalizzazione e alla crisi della modernità: modelli di sviluppo, processi di governo, cambiamenti sociali e culturali, perdita di significato e necessità di revisione di alcune categorie interpretative tradizionalmente utilizzate, scollamento tra il governo del territorio e l'insieme dei contenuti sociali, politici e culturali. Tematiche che pure hanno profonde implicazioni in campo operativo, ma rispetto alle quali il dibattito sembra soffrire di un deficit di criticità. Il tema territoriale è qui affrontato come questione dello sviluppo e come questione culturale ed istituzionale. L'attenzione è rivolta ai rapporti tra "società istituente" e "società istituita" mediati dal territorio, alle relazioni tra immaginario sociale ed istituzioni, alle interpretazioni culturali del territorio e dello sviluppo, ai modi del progetto e ai processi di pianificazione, alla riappropriazione culturale e politica del territorio intesa come costituzione in maniera costruttiva di un rapporto progettuale, empatico, responsabile con il contesto in cui viviamo. Le numerose esperienze prese in considerazione - una cinquantina, sviluppatesi in Italia nell'ultimo decennio, con particolare riferimento a quelle provinciali - costituiscono un riferimento fondamentale del lavoro, in una relazione inscindibile tra teoria e prassi. Le esperienze permettono di sostanziare e di verificare i contenuti della riflessione culturale; tali contenuti costituiscono peraltro sia il fondamento che l'esito della rilettura critica.

Culture e progetto del territorio

CELLAMARE, Carlo
1999

Abstract

La riflessione sul territorio ed il suo governo è stata sinora trattata con una prevalente attenzione agli aspetti tecnico-formali, normativi e procedurali, trascurando alcune tematiche costitutive che sono connesse all'evolversi della globalizzazione e alla crisi della modernità: modelli di sviluppo, processi di governo, cambiamenti sociali e culturali, perdita di significato e necessità di revisione di alcune categorie interpretative tradizionalmente utilizzate, scollamento tra il governo del territorio e l'insieme dei contenuti sociali, politici e culturali. Tematiche che pure hanno profonde implicazioni in campo operativo, ma rispetto alle quali il dibattito sembra soffrire di un deficit di criticità. Il tema territoriale è qui affrontato come questione dello sviluppo e come questione culturale ed istituzionale. L'attenzione è rivolta ai rapporti tra "società istituente" e "società istituita" mediati dal territorio, alle relazioni tra immaginario sociale ed istituzioni, alle interpretazioni culturali del territorio e dello sviluppo, ai modi del progetto e ai processi di pianificazione, alla riappropriazione culturale e politica del territorio intesa come costituzione in maniera costruttiva di un rapporto progettuale, empatico, responsabile con il contesto in cui viviamo. Le numerose esperienze prese in considerazione - una cinquantina, sviluppatesi in Italia nell'ultimo decennio, con particolare riferimento a quelle provinciali - costituiscono un riferimento fondamentale del lavoro, in una relazione inscindibile tra teoria e prassi. Le esperienze permettono di sostanziare e di verificare i contenuti della riflessione culturale; tali contenuti costituiscono peraltro sia il fondamento che l'esito della rilettura critica.
9788846416018
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/153200
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact