Menandro. Sicioni. Introduzione, testo e commento