Da anni il pittore Gualtiero Savelli sperimenta varie tecniche, ma sempre con estrema fedeltà alle scelte di un astrattismo geometrico. In un colloquio mentale con Mondrian e Malevich, Savelli rivendica una dialettica di finito e infinito, di unità e molteplicità, di ordine e disordine, di regola e sregolatezza: non la statica della perfezione, ma l’imperfezione della vita. Da un lato ribadisce l’importanza del limite; dall’altro il principio del movimento, del disordine, dello sconcerto.

Gualtiero Savelli. Il pensiero del limite / Bassan, Fiorella. - STAMPA. - (2010), pp. 37-39.

Gualtiero Savelli. Il pensiero del limite

BASSAN, Fiorella
2010

Abstract

Da anni il pittore Gualtiero Savelli sperimenta varie tecniche, ma sempre con estrema fedeltà alle scelte di un astrattismo geometrico. In un colloquio mentale con Mondrian e Malevich, Savelli rivendica una dialettica di finito e infinito, di unità e molteplicità, di ordine e disordine, di regola e sregolatezza: non la statica della perfezione, ma l’imperfezione della vita. Da un lato ribadisce l’importanza del limite; dall’altro il principio del movimento, del disordine, dello sconcerto.
Astrazione e Astrazioni. In occasione di una mostra di Gualtiero Savelli
9788889130803
astrattismo; limite; arte; vita; Immagine
02 Pubblicazione su volume::02a Capitolo o Articolo
Gualtiero Savelli. Il pensiero del limite / Bassan, Fiorella. - STAMPA. - (2010), pp. 37-39.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/152360
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact