La soglia come confine spaziale