Il Kitsch: ieri, oggi, domani