«Uno e indivisibile è il problema del libro». Giulio Einaudi per la pubblica lettura