Scultori e mecenati a Livorno nel primo Settecento: liturgia, spazi del sacro e spazi della corte