Le diverse declinazioni del de-umanizzato. Fragilità umana, contrasti e confini porosi