La raffigurazione del male e il valore della narrazione: "Pellegrini del cielo e della terra" di Filip David