Calvino arabo e persiano: una prima ricognizione