Nomi senza persona, Immagini senza presenze: il mito di Lulu.