Il progetto di Social Pharmacy si basa su un concetto di farmacia che si configura sulla nuova realtà multiculturale e cosmopolita delle città odierne. L’indicatore principale di questa nuova realtà è il cambiamento della popolazione in termini di numero, varietà, nonché i fenomeni di grande mobilità internazionale e migrazioni. Questo cambiamento sociale porta con sé la necessità di affrontare nuovi e differenti scenari, volti a soddisfare le esigenze di vari profili di utenti, attraverso un’offerta variegata di prodotti e servizi. In termini di approccio al problema risulta centrale il concetto di diversification strategy, ovvero un approccio all’offerta della farmacia basato sulla varietà e la personalizzazione, proseguendo con un consequenziale sviluppo di nuove pratiche e servizi, al fine di realizzare una dimensione “senza confini né barriere”, con percorsi accessibili secondo la disponibilità di tempo dell’utenza. Secondo un dato Federfarma, le funzioni sociali e sanitarie attribuite alla farmacia sono quelle prevalenti. La farmacia va quindi considerata un’impresa professionale che opera a tutela della salute pubblica. La varietà di offerta e servizio si sviluppa attraverso la contaminazione con le culture d’altrove al fine di realizzare un sistema a servizio del benessere totale, all’interno del quale il farmacista riveste il ruolo di councelor e l’utente si inserisce in un ambiente accogliente e accessibile. La farmacia diventa un luogo della comunità, locale ed internazionale, che offre allo stesso tempo servizi all’avanguardia basati sulla tecnologia e sulla praticità, nonché servizi di supporto, orientamento ed informazione in loco. Attraverso una strategia di diversificazione, a cavallo tra tradizione ed innovazione, si punta ad un sistema di Pharmaceutical Care focalizzato sull’empowerment delle figure del farmacista e dell’utente. Affinché essa corrisponda ad un modello Social virtuoso, è necessario massimizzare l’attenzione alla collettività e, allo stesso tempo in modo più mirato, al “singolo”, in un sistema di fruizione Responsive User Experience.

Social Pharmacy / Caccamo, Alessio; Mariani, Miriam; Jacopo, Palmiero; Azouzi, Safouan. - (2019), pp. 24-29.

Social Pharmacy

Alessio Caccamo
;
Miriam Mariani
;
Azouzi Safouan
2019

Abstract

Il progetto di Social Pharmacy si basa su un concetto di farmacia che si configura sulla nuova realtà multiculturale e cosmopolita delle città odierne. L’indicatore principale di questa nuova realtà è il cambiamento della popolazione in termini di numero, varietà, nonché i fenomeni di grande mobilità internazionale e migrazioni. Questo cambiamento sociale porta con sé la necessità di affrontare nuovi e differenti scenari, volti a soddisfare le esigenze di vari profili di utenti, attraverso un’offerta variegata di prodotti e servizi. In termini di approccio al problema risulta centrale il concetto di diversification strategy, ovvero un approccio all’offerta della farmacia basato sulla varietà e la personalizzazione, proseguendo con un consequenziale sviluppo di nuove pratiche e servizi, al fine di realizzare una dimensione “senza confini né barriere”, con percorsi accessibili secondo la disponibilità di tempo dell’utenza. Secondo un dato Federfarma, le funzioni sociali e sanitarie attribuite alla farmacia sono quelle prevalenti. La farmacia va quindi considerata un’impresa professionale che opera a tutela della salute pubblica. La varietà di offerta e servizio si sviluppa attraverso la contaminazione con le culture d’altrove al fine di realizzare un sistema a servizio del benessere totale, all’interno del quale il farmacista riveste il ruolo di councelor e l’utente si inserisce in un ambiente accogliente e accessibile. La farmacia diventa un luogo della comunità, locale ed internazionale, che offre allo stesso tempo servizi all’avanguardia basati sulla tecnologia e sulla praticità, nonché servizi di supporto, orientamento ed informazione in loco. Attraverso una strategia di diversificazione, a cavallo tra tradizione ed innovazione, si punta ad un sistema di Pharmaceutical Care focalizzato sull’empowerment delle figure del farmacista e dell’utente. Affinché essa corrisponda ad un modello Social virtuoso, è necessario massimizzare l’attenzione alla collettività e, allo stesso tempo in modo più mirato, al “singolo”, in un sistema di fruizione Responsive User Experience.
978-88-99836-32-0
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Caccamo_Social Pharmacy_2019.pdf

accesso aperto

Note: https://www.bancaifis.it/wp-content/uploads/2019/11/E-book-Inspiring-The-Future-Pharmacy.pdf
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.41 MB
Formato Adobe PDF
1.41 MB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1346842
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact