La rimodulazione della società ebraica che era seguita alle espulsioni iberiche aveva favorito il rafforzamento e la ridistribuzione di reti mercantili tradizionali che, a partire dai primi del Cinquecento, si andarono riconfigurando attraverso spazi in cui i rifugiati avevano trovato accoglienza. A iniziare dal 1492, pro- fughi ebrei dalla Spagna (e domini italiani) prima e poi dal Por- togallo si riversarono ovunque fosse possibile. L’Italia, l’impero ottomano, i Balcani, la Palestina, il Nordafrica, le Fiandre e poi, più avanti, al di là degli oceani, l’Asia e le Americhe da poco “scoperte” furono teatro di una stagione di straordinaria riorganizzazione ebraica. L’arrivo degli esuli trasformò in profondità le comunità ebraiche e aprì la via a una nuova epoca. L’Italia, al centro del Mediterraneo e punto di contatto inevitabile tra le regioni cristiane e quelle ottomane «oltre la guerra santa», costituì uno dei crocevia principali di questi inter- scambi. Gli ebrei furono tra i protagonisti di questo incessante andirivieni, sia che vivessero nelle città e nei porti più tolleranti sia che, invece, risiedessero nei ghetti.

Legami familiari e rapporti commerciali con i paesi del Mediterraneo / DI NEPI, Serena. - (2019), pp. 89-91.

Legami familiari e rapporti commerciali con i paesi del Mediterraneo

Serena Di Nepi
2019

Abstract

La rimodulazione della società ebraica che era seguita alle espulsioni iberiche aveva favorito il rafforzamento e la ridistribuzione di reti mercantili tradizionali che, a partire dai primi del Cinquecento, si andarono riconfigurando attraverso spazi in cui i rifugiati avevano trovato accoglienza. A iniziare dal 1492, pro- fughi ebrei dalla Spagna (e domini italiani) prima e poi dal Por- togallo si riversarono ovunque fosse possibile. L’Italia, l’impero ottomano, i Balcani, la Palestina, il Nordafrica, le Fiandre e poi, più avanti, al di là degli oceani, l’Asia e le Americhe da poco “scoperte” furono teatro di una stagione di straordinaria riorganizzazione ebraica. L’arrivo degli esuli trasformò in profondità le comunità ebraiche e aprì la via a una nuova epoca. L’Italia, al centro del Mediterraneo e punto di contatto inevitabile tra le regioni cristiane e quelle ottomane «oltre la guerra santa», costituì uno dei crocevia principali di questi inter- scambi. Gli ebrei furono tra i protagonisti di questo incessante andirivieni, sia che vivessero nelle città e nei porti più tolleranti sia che, invece, risiedessero nei ghetti.
9788809883529
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Di Nepi_legami_2019.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 5.05 MB
Formato Adobe PDF
5.05 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
DiNepi_colophon_Legami_2019.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 5.13 MB
Formato Adobe PDF
5.13 MB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF
DiNepi_Sommario_Legami_2019.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 5.06 MB
Formato Adobe PDF
5.06 MB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1298135
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact