Tempo del carcerato, tempo del moribondo, tempo dell'arte: attraverso "Il mio secolo" di Aleksander Wat