Lavorare su carta e su cartone ha sin dall’inizio, dai primi anni Cinquanta (per quello che è stato conservato),costituito un’attività quotidiana e continua di Gianfranco Baruchello. Il saggio affronta tale produzione soffermandosi in particolar modo su come il disegno riveli da subito i molteplici orientamenti tecnici e concettuali alla base del lavoro dell'artista. Il dato che emerge immediatamente è che tale mole di fogli, carte (di diverso spessore e formato) e cartoni dia la possibilità di seguire un percorso parallelo, una strada laterale, dai quali muovere verso alcuni aspetti salienti dell’opera multiforme di questo artista. Anche nei disegni si trovano sulla carta esperimenti e ipotesi realizzati con tecniche diverse. Il disegno non si limita quindi alla matita o alla penna su carta ma intervengono quasi subito smalti, punta di feltro, collage trasformando ogni esemplare in una “piccola” opera che scegliendo la fragilità del supporto sfidala convenzionalità dei supporti tradizionali. Quindi il disegno non è mai solo bozzetto o schizzo ma anche, forse soprattutto, un modo per fermare sulla carta idee o processi di elaborazione di idee che man mano prendono forma. Affrontando questi aspetti il saggio individua la specificità del disegno nell'opera dell'artista italiano.

Baruchello opere su carta: disegnare gli inizi / Subrizi, Carla. - (2018), pp. 210-217.

Baruchello opere su carta: disegnare gli inizi

Carla Subrizi
2018

Abstract

Lavorare su carta e su cartone ha sin dall’inizio, dai primi anni Cinquanta (per quello che è stato conservato),costituito un’attività quotidiana e continua di Gianfranco Baruchello. Il saggio affronta tale produzione soffermandosi in particolar modo su come il disegno riveli da subito i molteplici orientamenti tecnici e concettuali alla base del lavoro dell'artista. Il dato che emerge immediatamente è che tale mole di fogli, carte (di diverso spessore e formato) e cartoni dia la possibilità di seguire un percorso parallelo, una strada laterale, dai quali muovere verso alcuni aspetti salienti dell’opera multiforme di questo artista. Anche nei disegni si trovano sulla carta esperimenti e ipotesi realizzati con tecniche diverse. Il disegno non si limita quindi alla matita o alla penna su carta ma intervengono quasi subito smalti, punta di feltro, collage trasformando ogni esemplare in una “piccola” opera che scegliendo la fragilità del supporto sfidala convenzionalità dei supporti tradizionali. Quindi il disegno non è mai solo bozzetto o schizzo ma anche, forse soprattutto, un modo per fermare sulla carta idee o processi di elaborazione di idee che man mano prendono forma. Affrontando questi aspetti il saggio individua la specificità del disegno nell'opera dell'artista italiano.
Gianfranco Baruchello
9788895133362
disegno; Baruchello; arte italiana; intertestualità
02 Pubblicazione su volume::02a Capitolo o Articolo
Baruchello opere su carta: disegnare gli inizi / Subrizi, Carla. - (2018), pp. 210-217.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Subrizi_Barruchello-opere-su_2018.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 2.99 MB
Formato Adobe PDF
2.99 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1189733
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact