Il quindicesimo numero di Comunicazionepuntodoc intende porsi come momento di riflessione collettiva e transnazionale sui tentativi di riaffermazione del ruolo dei giornalisti nelle democrazie moderne. Non si tratta quindi di avviare uno studio sul trattamento mediatico della diversità, o di coinvolgere la professione in una posizione militante che consisterebbe nel promuovere il tema della diversità, ma di mettere in discussione e capire l'esercizio della professione giornalistica in questa particolare configurazione, rispondendo così alle sfide delle società contemporanee. Un ulteriore obiettivo, di stampo metodologico, è legato alla mobilitazione di metodi di analisi sul tema in questione, trattando il tema della RS dei giornalisti da due punti di vista particolari: l'etica deontologica (rispetto delle norme) e l'etica consequenzialista (conseguenze dei contenuti) delle pratiche e produzioni dei giornalisti. Tra rispetto delle norme e buone pratiche professionali, in che modo i giornalisti costruiscono e trattano la loro RS sulla questione dell’espressione della diversità? Quali ingiunzioni pesano sulle loro azioni? Quali sono le condizioni e le possibilità offerte dalle aziende per permettere ai giornalisti di assumere la loro RS individuale e collettiva sulla questione dell’espressione della diversità?

La responsabilità sociale dei giornalisti / Ruggiero, Christian; Wille, Fabien; Porrovecchio, Alessandro. - In: COMUNICAZIONEPUNTODOC. - ISSN 2282-0140. - STAMPA. - (2016).

La responsabilità sociale dei giornalisti

RUGGIERO, CHRISTIAN
;
Wille, Fabien;PORROVECCHIO, ALESSANDRO
2016

Abstract

Il quindicesimo numero di Comunicazionepuntodoc intende porsi come momento di riflessione collettiva e transnazionale sui tentativi di riaffermazione del ruolo dei giornalisti nelle democrazie moderne. Non si tratta quindi di avviare uno studio sul trattamento mediatico della diversità, o di coinvolgere la professione in una posizione militante che consisterebbe nel promuovere il tema della diversità, ma di mettere in discussione e capire l'esercizio della professione giornalistica in questa particolare configurazione, rispondendo così alle sfide delle società contemporanee. Un ulteriore obiettivo, di stampo metodologico, è legato alla mobilitazione di metodi di analisi sul tema in questione, trattando il tema della RS dei giornalisti da due punti di vista particolari: l'etica deontologica (rispetto delle norme) e l'etica consequenzialista (conseguenze dei contenuti) delle pratiche e produzioni dei giornalisti. Tra rispetto delle norme e buone pratiche professionali, in che modo i giornalisti costruiscono e trattano la loro RS sulla questione dell’espressione della diversità? Quali ingiunzioni pesano sulle loro azioni? Quali sono le condizioni e le possibilità offerte dalle aziende per permettere ai giornalisti di assumere la loro RS individuale e collettiva sulla questione dell’espressione della diversità?
giornalismo, responsabilità sociale, etica, comunicazione
Ruggiero, Christian; Wille, Fabien; Porrovecchio, Alessandro
06 Curatela::06a Curatela
La responsabilità sociale dei giornalisti / Ruggiero, Christian; Wille, Fabien; Porrovecchio, Alessandro. - In: COMUNICAZIONEPUNTODOC. - ISSN 2282-0140. - STAMPA. - (2016).
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1132532
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact