Le classi dirigenti a Roma, una generazione dopo