Il fine come criterio di validità di interventi educativi