Il grande segno tra utopia e progetto del territorio