Giacomo Agnesa e il Benadir nella foteteca dell’IsIAO: la memoria ritrovata.