Il processo del lavoro. Da «rito» a «modello»