Recycle/recycling. Ovvero l'architettura resiste?