Sverre Fehn: l'arte nordica di spazializzare il tempo