Un Paese "normale"? Il nuovo Giappone e le memorie del passato