Public reputation and the greater or lesser desirability of the world of "public space professions" inevitably depends on the image that the media, and especially the mainstream media, reflect, and to some extent, build on these professions. In the last twenty years, facing an increasingly uncertain cultural, political, and economic climate, professions called upon to provide explanations and solutions to the crisis, with the tools provided by sociology, political science, communication and journalism, have grown and have become more affirmed in reality than media representation. The volume presents the results of a national research that compared the information coverage of the "quality" and "popular" press, on the one hand; the morning and afternoon infotainment programming of the Public Broadcasting Service and the commercial broadcaster, on the other. From the research results, it is possible to define the boundaries of the crisis of representation of public space professions, and to outline a possible strategy to overcome it.

La reputazione pubblica e la maggiore o minore desiderabilità sociale del mondo delle “professioni dello spazio pubblico” dipende inevitabilmente dall’immagine che i media, e in particolare quelli mainstream, riflettono, e in qualche misura costruiscono, di queste professioni. Negli ultimi vent’anni, a fronte di un clima culturale, politico ed economico sempre più incerto, le professioni chiamate a offrire spiegazioni e soluzioni alla crisi, a partire dagli strumenti della sociologia, delle scienze politiche, della comunicazione e del giornalismo, sono cresciute e si sono affermate più nella realtà dei fatti che nella rappresentazione che stampa e televisione ne hanno dato. Il volume presenta i risultati di un’indagine che ha messo a confronto da un lato la copertura informativa della stampa “di qualità” e “popolare”, dall’altro la programmazione di infotainment mattutino e pomeridiano del Servizio Pubblico radiotelevisivo e dell’emittenza commerciale. A partire da questi, è possibile definire i confini della crisi di rappresentazione delle professioni dello spazio pubblico, e di delineare una possibile strategia che consenta di superarli.

Rappresentazioni deboli per competenze forti. Le professioni dello spazio pubblico nella lente dei media / Morcellini, Mario; Marini, Rolando; Ruggiero, Christian. - STAMPA. - (2017).

Rappresentazioni deboli per competenze forti. Le professioni dello spazio pubblico nella lente dei media

MORCELLINI, Mario;RUGGIERO, CHRISTIAN
2017

Abstract

La reputazione pubblica e la maggiore o minore desiderabilità sociale del mondo delle “professioni dello spazio pubblico” dipende inevitabilmente dall’immagine che i media, e in particolare quelli mainstream, riflettono, e in qualche misura costruiscono, di queste professioni. Negli ultimi vent’anni, a fronte di un clima culturale, politico ed economico sempre più incerto, le professioni chiamate a offrire spiegazioni e soluzioni alla crisi, a partire dagli strumenti della sociologia, delle scienze politiche, della comunicazione e del giornalismo, sono cresciute e si sono affermate più nella realtà dei fatti che nella rappresentazione che stampa e televisione ne hanno dato. Il volume presenta i risultati di un’indagine che ha messo a confronto da un lato la copertura informativa della stampa “di qualità” e “popolare”, dall’altro la programmazione di infotainment mattutino e pomeridiano del Servizio Pubblico radiotelevisivo e dell’emittenza commerciale. A partire da questi, è possibile definire i confini della crisi di rappresentazione delle professioni dello spazio pubblico, e di delineare una possibile strategia che consenta di superarli.
Public reputation and the greater or lesser desirability of the world of "public space professions" inevitably depends on the image that the media, and especially the mainstream media, reflect, and to some extent, build on these professions. In the last twenty years, facing an increasingly uncertain cultural, political, and economic climate, professions called upon to provide explanations and solutions to the crisis, with the tools provided by sociology, political science, communication and journalism, have grown and have become more affirmed in reality than media representation. The volume presents the results of a national research that compared the information coverage of the "quality" and "popular" press, on the one hand; the morning and afternoon infotainment programming of the Public Broadcasting Service and the commercial broadcaster, on the other. From the research results, it is possible to define the boundaries of the crisis of representation of public space professions, and to outline a possible strategy to overcome it.
Sfera pubblica, Rappresentazione Mediale, Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione
Morcellini, Mario; Marini, Rolando; Ruggiero, Christian
06 Curatela::06a Curatela
Rappresentazioni deboli per competenze forti. Le professioni dello spazio pubblico nella lente dei media / Morcellini, Mario; Marini, Rolando; Ruggiero, Christian. - STAMPA. - (2017).
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1003715
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact